31206673_2104176809611418_5869883703467272099_n
Attività

Seminario Stati di Connessione con Giovanni Boccia Artieri

PRESENTAZIONE DEI VOLUMI
STATI DI CONNESSIONE e FENOMENOLOGIA DEI SOCIAL NETWORK
con l’autore
GIOVANNI BOCCIA ARTIERI

Giovedì 3 maggio alle ore 15.00, presso l’Aula T2 del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, saranno presentati i volumi di Giovanni Boccia Artieri, Stati di connessione. Pubblici, cittadini e consumatori nella (Social) Network Society, edito da Franco Angeli (2012) e Fenomenologia dei social network. Presenza, relazioni e consumi mediali degli italiani online, edito da Guerini e Associati (2017).

L’incontro è promosso dall’Osservatorio Territoriale Giovani dell’Ateneo Federico II, coordinato dal Prof. Lello Savonardo, nell’ambito del corso di Comunicazione e culture giovanili.

Cosa accade nel momento in cui milioni di persone nel mondo non sono più semplicemente pubblico di massa ma possono produrre connessioni “di massa” tra loro? Come cambia la natura delle nostre vite quando sono connesse attraverso i social network che ne raccontano dettagli privati? E ancora, cosa spinge ogni giorno milioni di persone a utilizzare i social network e a considerarli uno spazio oramai dato per scontato della propria vita quotidiana? Perché molti temi caldi del recente dibattito pubblico – dal narcisismo digitale alla perdita della privacy – ruotano attorno alla vita online e al suo rapporto di continuità con quella offline?

A partire da questi interrogativi, i volumi indagano i nuovi significati che ci servono per abitare il mondo. In particolare, Stati di connessione mostra come la “rivoluzione inavvertita” che si è generata attorno alle realtà dei blog, dei social network, della produzione cooperativa stile wiki e dei mondi online stia ridefinendo la relazione fra produzione, distribuzione e consumo delle forme simboliche della società e i rapporti di potere che erano stati generati nella modernità. Da una parte c’è l’abbondanza di user generated content, il proliferare di forme partecipative dal basso, le logiche grassroot, le pratiche dei produser, che modificano gli ambiti dell’informazione e dell’intrattenimento, così come della creatività e del sapere. Dall’altra la miscela esplosiva di tecno-illuminismo e liberismo economico crea un contesto di sfruttamento delle classi creative digitali e di appropriazione dei prodotti delle intelligenze connesse e apre scenari tesi fra negoziazione e conflitto. Fenomenologia dei social network, invece, analizza più da vicino le pratiche sociali che hanno permesso ad ambienti comunicativi come Facebook di diventare un orizzonte diffuso di senso individuale e collettivo e un luogo di osservazione privilegiato dell’importanza che i media e il Web hanno nella nostra vita.

Attraverso i racconti degli utenti raccolti nell’ambito di un progetto di ricerca nazionale, il lavoro indaga in che modo Facebook sia diventato una palestra sociale in cui gli intrecci tra pratiche d’uso, forme di consumo e affordance della piattaforma mettono in luce sia le dinamiche di socializzazione all’inclusione comunicativa, sia la costante ricerca di senso della e nella connessione.

Giovanni Boccia Artieri è professore ordinario di Sociologia dei new media all’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo e vicedirettore del LaRiCA (Laboratorio di Ricerca sulla Comunicazione Avanzata) presso il Dipartimento di Scienze della Comunicazione dello stesso ateneo. È presidente del Corso di laurea in Informazione, media, pubblicità e coordinatore del Dottorato in Sociologia della comunicazione e scienze dello spettacolo. È stato membro del direttivo dell’Associazione Italiana di Sociologia. Si occupa della relazione tra media, identità e società; dei linguaggi e delle forme espressive della modernità compiuta; delle culture partecipative dei/nei media; di pratiche e linguaggi nei siti di social network.

Il suo blog: http://mediamondo.wordpress.com.

Saluti istituzionali:

Enrica Amaturo, direttrice del Dipartimento di Scienze Sociali Federico II
Roberto Serpieri, coordinatore del Dottorato in Scienze Sociali e Statistiche

Discutono con l’autore:
Adam Arvidsson, docente di Sociologia della cultura digitale
Sergio Brancato, docente di Sociologia dell’industria culturale
Alex Giordano, docente di Comunicazione, marketing e pubblicità

Modera l’incontro:
Lello Savonardo, docente di Comunicazione e culture giovanili

Segreteria organizzativa
Mirella Paolillo, Rosanna Marino, Roberto Paolo Meo, Stefania Sansò

L’evento è promosso in collaborazione con il Dottorato in Scienze Sociali e Statistiche del Dipartimento di Scienze Sociali

infogiovani@unina.it
www.giovani.unina.it

 

Read Related Article :

Post a comment