Internet day
Attività

Internet Day a Napoli

Internet day

L’Università degli Studi di Napoli Federico II, in occasione dell’Italian Internet Day, la giornata nazionale che ha celebrato i 30 anni di Internet, voluta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con il Digital Champion Riccardo Luna e con la regia del MIUR, ha promosso “#InternetDay – Creare ponti a Sud dell’innovazione“.
L’evento, in collaborazione con UnionCamere Campania, Contamination Lab Napoli e Osservatorio Territoriale Giovani, si è tenuto il 29 aprile 2016 nel Complesso Monumentale dei Santi Marcellino e Festo.
Con il coinvolgimento di cittadini, imprese, scuole, università e pubblica amministrazione, su tutto il territorio nazionale si sono svolti, in contemporanea con l’evento centrale di Pisa, convegni e incontri per approfondire il ruolo della Rete nella società contemporanea, le opportunità e le nuove sfide che genera.
In particolare, l’evento di Napoli ha posto l’accento sull’innovazione al Sud, con l’obiettivo di “creare ponti” e connessioni tra istituzioni culturali e società civile, tra aree interne e rurali e bacini metropolitani, tra micro-piccole e medie imprese e corporazioni internazionali come Facebook e Google, tra strutture istituzionali di ricerca e la moltitudine di iniziative dal basso, tra cui le startup innovative, che suggeriscono nuove strade per uscire dal “fallimento” del presente.
L’Università degli Studi di Napoli Federico II, infatti, è la più antica università laica del mondo e la prima ad aver istituito un corso di Laurea in “Culture Digitali e della Comunicazione”, con la missione di aprire l’accademia ai processi di innovazione che stanno caratterizzando la società contemporanea.

Il programma:

Introduzione di Alex Giordano, Docente di Comunicazione, Marketing e Pubblicità.

Moderatore: Lello Savonardo, Coordinatore scientifico del Contamination Lab Napoli e dell’OTG.

Napoli, la Campania e il Mediterraneo come incubatore di innovazione

Arturo De Vivo – ProRettore Università degli Studi di Napoli Federico II;

– Alessandro Fusacchia – Capo di Gabinetto del MIUR;

– Enrica Amaturo – Direttrice del Dipartimento di Scienze Sociali;

– Andrea Prete – Presidente di UnionCamere Campania;

Google per il Made in Italy

Diego Ciulli – Country Manager Google Italia;

In Collegamento:

– Massimo Inguscio, Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR);
  Corporation della Rete, piccole imprese e comunità

Domenico Mauriello – Centri Studi UnionCamere: il progetto Eccellenze in digitale;

Laura Bononcini – Facebook Italia: come Facebook può sostenere le PMI;

Adam Ardvisson – Docente di Sociologia della Globalizzazione ed esperto di innovazione;
  Modelli di formazione innovativa per le nuove generazioni

Chiara Marciani – Assessore Regionale alla Formazione;

Alessandra Clemente – Assessore Comunale ai Giovani, Innovazione e Creatività;

Mauro Calise – Responsabile del progetto Federica E-learning dell’Ateneo Federico II;

Rappresentante del MIUR *TBC

Innovazione tecnologica VS innovazione sociale

Giorgio Ventre – Direttore del Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione;

Antonio Pescapè – NM2, spin off dell’Università degli Studi di Napoli Federico II;

Stefano Consiglio – Coordinatore del corso di studi magistrale in Management del Patrimonio Culturale;

Achille Centro – VasciTour, startup del Contamination Lab Napoli.

L’evento è stato inserito nel ciclo di seminari “Bit Generation 2.0” del Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Per rimanere aggiornato su tutte le attività promosse dall’Osservatorio Giovani, seguici anche su: Facebook, Twitter e YouTube

Read Related Article :